Il mare stanotte…

700_dettaglio2_barcone-immigratiIl mare stanotte….

E’ popolato il mare stanotte
più del solito.
Ai pesci, ai coralli,
alle conchiglie
si sono aggiunti
le persone..tantissime persone..
uomini, donne, bambini…solo che morti.

E’ confuso il mare stanotte
più del solito.
La vita e la morte
danzano insieme
e un senso pare
non ce l’abbiano.

E’ sconvolto il mare stanotte
più del solito.
Raccoglie e trattiene nel suo ventre
come liane intrecciate
lamenti, terrore, paura, rantoli disperati
a speranze recise
sogni infranti
desideri negati.

Urla il mare stanotte
più del solito.
Non per i venti o i marosi
ma per scuotere le coscienze
di chi non prova vergogna.

E’ buio il mare stanotte
più del solito.
Manca la luna e le stelle
si son raccolte in preghiera
mentre il cielo piange.

Insegna il mare stanotte
più del solito.
Dal grande libro della vita
ci legge che la sconfitta
e la morte di questi nostri fratelli
è la nostra sconfitta e morte
del cuore.
Vera/Semplice