I love Napoli

Tutto ciò con cui ci relazioniamo ha un impatto su di noi, ci coinvolge, ci interroga, ci quieta o ci turba, ci lascia segni, conoscenza, emozioni sempre. Indipendentemente dalla natura dell’oggetto, si tratti di persona, cose, pensieri, luoghi…l’iter è sempre uguale: un prima è seguito da un durante seguito da un dopo. Dall’approccio, si passa alla conoscenza, alla valutazione, alla conservazione o all’eliminazione, all’affezione o al rigetto. Ho una piccola mania, mi piace associare le cose tra di loro in base alle somiglianze, così ogni cosa o persona ha un equivalente in un animale, in un colore, in un fiore, in un cibo…e viceversa. Un gioco che facevo sin da piccola, che mi viene spontaneo ascoltando le sensazioni che mi attraversano. Sono molto istintiva, mi fido delle sensazioni che il mio intuito mi trasmette e di solito la prima impressione è quella che viene confermata nel tempo. A questo gioco non ho risparmiato nemmeno i luoghi, le città. Ogni volta che visito un luogo non posso fare a meno  di cercare di capire coloro che ci vivono e di valutare il modo in cui io “vivo” loro. Le città amo paragonarle alle persone o meglio al carattere delle persone,  trovo il loro approccio simile agli approcci dell’umanità. Tutte diverse, uniche, come lo sono gli umani. Così, alcune si presentano come persone dal colorito grigio, opaco, distanti dalla vita; altre come quelle persone ingrugnite che non sanno sorridere  tipico di chi è in eterno conflitto con il vivere; o come quelle persone che salutandoti ti danno quella stretta di mano molle, senza passaggio di emozioni, persone che si lasciano scorrere la vita addosso non trovando mai il coraggio di addentarla; altre ancora  ti accolgono con quel piglio austero, lo sguardo indagatore, quasi valutativo mettendo  soggezione e alzando barriere, muri, distanze, nell’esiguo spazio tra loro e noi, tipico delle persone arroganti che credono di bastare a se stessi perchè solo in essi hanno la certezza di completezza. Altre ti mettono addosso un brivido freddo e sai sin da subito che ti hanno visto, ma non accadrà mai più. Altre ancora si mostrano infastidite di riceverti a casa loro, considerando gli altri intrusi che calpestano il loro suolo. E poi ci  sono quelle città solari, ariose, allegre, aperte,   simili a  persone che ti accolgono con un sorriso, con un abbraccio, con interesse, con curiosità e che ti attraggono per la creatività  e la fantasia, che conquistano come un colpo di fulmine. Come le persone questo tipo di città ti entrano nel cuore, le ami, istintivamente, spontaneamente, facilmente le ami..ritornarci è sempre un’emozione e lasciandole le accompagni con lo sguardo come a voler prolungare l’abbraccio finchè spariscono per la lontananza. Napoli è una di queste. Napoli accoglie e cattura come un piccolo monello  bello come il sole, sprizzante di vita, dagli occhi ridenti, dalle guancie rosse, dalla bocca  imbrattata di cioccolata, con le ginocchia sbucciate, segno di “battaglie” all’aria aperta, con uno strappo sulla maglietta, pronto a qualche dispettuccio o marachella che lo rendono irresistibilmente disarmante e perdonarlo è inevitabile!!!

Lunedì 7 Maggio ero a Napoli…Ancora una volta ne sono rimasta catturata!! Adoro Napoli da sempre e ogni volta  la guardo e me ne innamoro come fosse la prima volta. Sono arrivata in mattinata, c’era una luce bellissima, fresca di bucato..la pioggia piovuta all’alba  dava vividezza ai colori  rendendo ogni cosa più nitida, decisa. Una brezza delicata portava l’odore di salmastro che si mischiava all’odore di rose e degli aromi delle pasticcerie.  Ma è di un altro odore che vengo sedotta ogni volta che  ci ritorno… Si respira un odore particolare a Napoli ( non pensate alla monnezza, io non ne ho vista molta di più di quella che vedo a Roma o in altri luoghi)..è il profumo della vita, quello che passa nella luce di un  sorriso, nella complicità di un parlottìo, nell’allegria di una risata, nell’intrigo di uno sguardo curioso, nella disponibilità di una mano tesa, nella sdrammatizzazione di una battuta, nella genialità dell’improvvisazione. Napoli al pari di una persona ha un’unità in cui convivono diverse anime, contraddizioni visibili e nascoste, ha pregi e difetti come tutte le cose , si mostra così com’è con i suoi contrasti di cui non fa mistero: bella, signora e stracciona, ricca e povera, spensierata o martoriata, aggrappata alla vita sempre, in fermento, impegnata a galleggiare sul suo destino, elegante nelle sue piazze come salotti o folkloristica con le sue collane di panni stesi nei vicoli.  Mischiarsi, fondersi con essa è facilissimo, ma il tuffo al cuore l’ho avuto nel pomeriggio, quando dopo una curva, dalla tangenziale l’ho vista dall’alto in tutta la sua interezza. Mollemente sdraiata  sulla riva, come una femmina conscia della sua bellezza, sembrava  ricevere l’abbraccio del mare e il calore dei raggi del sole. Bellissima!!

Napoli è sud…e al sud tutto è più intenso, sanguigno: i colori sono acqueforti, non acquerellati,  gli odori sono essenze penetranti e non sentori,  i sapori prendono l’anima e non solo le papille,  il sorriso è vero, la risata è de core, l’abbraccio è già nella mano tesa dell’accoglienza,  i sentimenti si chiamano passioni struggenti…Io penso, che a Napoli, anche il dolore riceva un balsamo. Napoli ha il pregio di farmi sentire a casa, anche se non è casa mia. Mi muovo con facilità, a mio agio, tra cose e umanità simili, appartenenti, conosciute, riconosciute. Mi mette allegria, buonumore, mi riappacifica con l’umanità..un’umanità genuina, verace, teatrale. A  Napoli tutto è teatro estemporaneo.. in ogni angolo si recita a soggetto  il copione più intrigante e ammaliante: la vita!

La vita, la gioia di vivere passa anche nel morso di una pizza, di un babà, di una sfogliatella… l’alchimia del cibo unisce le persone, i popoli, ci lega al luogo e alla sua gente, e io questi piaceri non me li sono negati!!

Semplice

Annunci

10 commenti su “I love Napoli

  1. accantoalcamino ha detto:

    Tu si’ ‘nu babbà!!! 😀 bacio e abbraccio.

  2. lucianaele ha detto:

    ‘Nu babbà davvero !!!!!
    E che belle immagini….
    Buon inizio di settimana,
    Luciana

  3. liù's blog ha detto:

    Bellissime immagini e magnifico post !
    Non ho mai viaggiato ma sin dalla più tenera età cioè 8/10 anni il mio sogno era visitare Napoli ,non so nemmeno io il perchè ! Forse influivano le bellissime
    canzoni napoletane d’epoca di cui mio padre era un appassionato!
    Eppure quando a 15 anni mi fidanzai con un ragazzo di Pozzuoli pensai che forse il mio sogno si poteva avverare!
    Non si è avverato perchè fui io a lasciarlo!Come si dice “Era destino”
    Un abbraccio Vera carissima 😀
    liù

  4. barbatustirolese ha detto:

    Ciao, Vera. Che bello ciò che hai scritto in generale sui luoghi e sulle persone che incontri abbinate subito a qualcosa o a qualcuno per meglio memorizzare.
    Ma ciò che hai scritto su Napoli, città che anch’io amo moltissimo, è veramente un ritornello che parla al cuore perchè è così che ci parlano i Napoletani quando ci incontrano anche per la prima volta.
    Anche qui, la mia più cara amica è una napoletana verace, titolare di un negozio di indumenti per bambini e ragazzi, la quale se non mi vede passare, al secondo giorno, si preoccupa e mi telefona per sapere se abbia dei problemi e quando, passando, mi fermo a salutarla, incomincia a sorridere con gli occhi che si spalancano e si illuminano. Una vera napoletana ! La conosco da 16 anni da quando era poco più di una ragazzina e lavorava da commessa nello stesso negozio che, stringendo i denti e facendo sacrifici, ha poi rilevato insieme al giovane marito operaio e promessa del calcio dilettanteìistico locale.
    Invidio la tua vicinanza a Napoli! Io non la vedo da molto tempo.
    Buona serata ed un forte ed affettuoso abbraccio. Osv

  5. popof1955 ha detto:

    Hai richiamato alla mente Napule è di Pino Daniele, forse quella che meglio la rappresenta, dai anche se la conosci te la lascio lo stesso

  6. Insenseofyou ha detto:

    “Nacqui” in Campania diversi anni fa, anche se da genitori provenienti da altre regioni. Non ho mai potuto nè voluto accantonare questa realtà perchè affascinata dalla bellezza dei miei luoghi di origine, di Napoli e del sud in generale ….. e nel termine di bellezza includo tutto: unicità dei luoghi, cucina, tradizioni, retaggio di un importante e ricco trascorso ….. Un abbraccio e buona settimana. Lorena

  7. beautiful41 ha detto:

    Semplice!!! Che articolo!!! Che colori!!! Che descrizion!!! Che parole!!! Che musica!!! Che capacità che hai a guardare in fondo all’anima ed al cuore delle cose!!!
    Solo chi ha una grande anima aperta alla vita come te può apprezzare ed entrare in simbiosi con Napoli e capirla ed apprezzarla ed a fondo come tu hai fatto.
    Con i suoi contrasti unsanabili e incorniciati da una bellezza scenografica unica Napoli esprime bene il carattere nazionale e dell’umanità intera.
    Il segreto della sua misteriosa attrazione viene forse dall’esprimere con animo aperto tutte le sue manifestazioni.
    E’ la dimora delle anime aperte alla vita ed alla sopravvivenza, dove amore e odio si attorcigliano e si fondono ma producono sempre amore, allegria e vita.
    Napoli è naturalmente aperta a tutti. Cinese, nordico, americano, africano, eschimese.
    E’ la città aperta per eccellenza e sa riconoscere all’istante i visitatori dall’animo aperto e nobile dando un segno della sua gratificazione.
    Fu così per Garibaldi, nizzardo-piemontese e conquistatore che fu acclamato come un Re o come un S.Gennaro.
    Fu così per Kennedy che ritornò in America sognando Napoli.
    Fu nella magica aria di Napoli che fiorì l’amore di Nelson per Emma Hamilton.
    Sei una Donna di cui andare fieri e vamto per l’Italia tutta e, con Napoli che hai così bene capito, sei sicuramente una Cittadina del Mondo.
    Ti abbraccio

  8. adrianomaini ha detto:

    Lo stesso ricordo – e le stesse impressioni confermate in tante letture e in molte conversazioni – che posso avere anch’io della arcana Napoli.

  9. ombreflessuose ha detto:

    Ciao Vera, sei sempre più brava a condurci con i tuoi scritti ovunque spazia la tua mente e cuore.
    Onestamente non conosco bene Napoli, ma sento la magia di queta terra incantevole.
    Grazie davvero
    Dolce weekend
    Mistral

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...