Sì…

Risollevata dalla cenere
mi sono lasciata prendere per mano
sedurre dalla sua carezza
cedere alla tentazione
mordendo la gioia
Con le sue ali
ebbra in volo
ho detto
al vento della vita
ancora sì
sì.
autore.semplice

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesia.

35 commenti su “Sì…

  1. willyco ha detto:

    sapere più del necessario non serve, un’amica torna, era attesa, adesso c’è la felicità della tua presenza. La vita è una scelta e in queste parole ci metto molto affetto. Bentornata Vera.
    p.s. sei troppo buona con me e mi fai arrossire

  2. pierperrone ha detto:

    Si!!
    Si alla vita!

    Che esplosione di verità e di gioia, cara Vera.

    Un abbraccio,
    Piero

    • semplice1 ha detto:

      Piero, hai interpretato esattamente, come potevi sbagliare d’altronde? La vita è la mia passione più grande!!!
      Un abbraccissimo…verrò prestisssimo a deliziarmi delle cose che crei te. Anche te sei unico!!

  3. Sono contenta per il tuo attuale stato di benessere, sono contenta per averti ritrovata!
    un bacio

  4. MARGHIAN ha detto:

    Autore.. semplice ma …..davvero bella questa semplice poesia, perche’…vera. Non e’ solo un gioco di parole..Vera, Ciao.

    Marghian

  5. scanazzatu ha detto:

    Ben tornata ” Araba Fenice “, quale miglior modo di rincontrarci se non una splendida poesia, ci mancavano i tuoi delicati versi.
    Cosa c’è di più bello che cedere all’amore, lasciarsi condurre nell’infinità di emozioni, sensazioni che esso porta.
    Diciamo sempre di si all’amore, alla vita, a tutto quanto c’è di bello !
    Un abbraccio.
    Nino

    • semplice1 ha detto:

      Antonino chi di noi non si è frantumato negli scogli della vita divenendo cenere…e questo scomporsi non è mai una disfatta, dopo si rinasce nuovi, più ricchi dentro. E’ facile..basta assecondare, ascoltare il battito della vita e dirle sempre e sempre sì!
      Mi giunge come una carezza la tua considerazione..grazie 😉

  6. fernando garda ha detto:

    Sei sempre la migliore, il nostro incontro a milano , anche se inatteso, mi ha ridato la gioia di rivederti.Emozionante come sempre i tuoi versi .
    ciao Sorella. un abbraccio.

  7. luciabaciocchi ha detto:

    Cara Vera, questi versi positivi, mi riempono di gioia…Bisogna saper dire si, tu lo fai nel modo migliore. Un abbraccio! 🙂

    • semplice1 ha detto:

      Cadere nello sconforto succede..ma quant’è bello rialzarsi! E trovare un gruzzolo di amici, come te, che gioiscono con me, è meraviglioso. Grazie..anch’io ti abbraccio.

  8. Bruno ha detto:

    Bentornata,cara amica. Come sai mi sei mancata.
    Che tu possa realizzare i tuoi sogni piu’ felici.

    • semplice1 ha detto:

      Grazie Bruno! Io ce la metterò tutta per aiutare la buona sorte e tu mi prometti che farai lo stesso? Tra i miei sogni più felici c’è la felicità dei miei amici. Ti voglio bene.

      • Bruno ha detto:

        Ti voglio bene anch’io. Sei unica. La mia buona sorte ormai è morta. Ho bruciato tutto per un sogno che mi si sta sgretolando tra le mani. Ho teorizzato e poi la realtà si è imposta. Mi aggrappo alle gioie ” a vista” inaspettate. Come il poterti leggere,ad esempio. Un raggio di sole è vita. E ti ringrazio. Mai abbastanza.

  9. accantoalcamino ha detto:

  10. zebachetti ha detto:

    comel’araba fenice sei risorta allora evviva si alla vita. un abbraccio e un sorriso per un amica ritrovata ciao.buona giornata

    • semplice1 ha detto:

      Caro Nazz, frantumarsi per poi ricomporsi è davvero rinascere a vita nuova… e il passato, il dolore, la sconfitta diventano preziose eredità.
      Un abbraccio con tanto affetto per te.

  11. triskel182 ha detto:

    Il tuo ritorno è una lacrima che resta sull’orlo, i tuoi giorni passati, un piccolo fiore di campo, troppo fragile per affrontare la pioggia,troppo delicato per ondeggiare alla prima brezza, ma irto e fiero verso il cielo, tenero come la rugiada, dolce come un volo di farfalla che non osa posarsi.
    Le sublimi emozioni non si trasmettono tramite le parole, scelgono il silenzio come passaggio tra le anime. Canzoni d’amore che le parole non possono vestire, sparse come semi del tuo cuore nei solchi dei nostri sentimenti. Dove danno frutto per quelli che raccolgono e si fondono in un unico alito che è, ora brezza, ora bufera, in cui tutto convive sovrapposto nel nostro sentire. Bentornata.

    • semplice1 ha detto:

      Gabriele…i tuoi commenti ogni volta scatenano in me la sindrome del pesce rosso: rimango a bocca aperta!
      Mi stupisco perchè? Perchè sono abituata a leggerti in una veste seria, impegnata, da lottatore e…scoprire questo tuo lato poetico, perchè qui ogni volta poesia hai lasciato, mi sorprende piacevolissimamente.
      Ti sono grata per le immagini bellissime e i pensieri delicati che hai spedito al mio mittente.
      E’ proprio vero, io ho amici SPECIALI!!! Spero di meritarli e di riuscire a mantenerli nel tempo.
      Con tutto l’affetto di cui sono capace…GRAZIE !!

  12. Lisboantigua ha detto:

    Sono questi “Sì” che danno senso alla nostra esistenza…. Sei tronata…alla grande!

    • semplice1 ha detto:

      Grazia, noi donne siamo abituate a dire sempre “un altro sì” come canta Fiorella Mannoia..ma dire sì, come per dire, voglio riacchiapparmi la gioia, l’entusiasmo, l’emozione, il mio tempo, le opportunità, le sorprese…ha tutto un altro sapore.
      Un bacio
      Vera

  13. MARGHIAN ha detto:

    Ciao, Vera. Vorrei tanto leggere e commentare tutti i tuoi posts, ma i tempi sono stretti-ho aperto il blog da dieci minuti,e ga’ devo staccare.

    Ma ho trovato il tempo di risponderti. Cosi’:

    “Io credo fermamente che il nostro cuore sia in gran parte segreto. L’inconscio di Freud per esempio, si puo’ definire il nostro “cuore segreto”. “Misteri”, hai scritto la parola giusta. Padre Pio da Pietralcina diceva di se’: “io sono un mistero a me stesso”. E credo che questo valga per ognuno di noi. Ci sono tanti esempi, come sai, anche in letteratura. Anna Frank che confesso’ nel suo diario di avere “l’anima divisa in due”.

    L’elenco potrebbe continuare all’infinito. Ma non occorre stilarlo “per intero” ammesso sia possibile. “Solo noi abbiamo le chiavi”? Magari!!!! Se mai questa chiave e’ anche dentro di noi, ma…e’ talmente immersa nel nostro essere piu’ profondo che quel “blogger” di 2500 anni fa’ ci invitava a..conoscere noi stessi, cosa per la quale non basta una vita. “T’amo e…non t’amo” come scrisse Pablo Neruda. Ecco, anche le “conflittualita’”, “l’anima divisa in due”, “pensieri e parole” evidenziano quel “cuore segreto” che e’ talmente segreto da non essere notato nemmeno…dal nostro cuore, e questo cuore segreto agisce in noi continuamente, ma non va visto come un “antagonista” tipo “Mr Hyde” rispetto al “Dr Jeckill”. Penso che l’essere umano sia come un “iceberg” dove il “cuore manifesto” ne e’ la piccolissima “punta emergente”. Ed e’ in questo che sta’ la ricchezza della nostra anima. per dirla con “De Andre’”..”un mondo nel cuore e non riuscire ad esprimerlo..con le parole, ammesso che “queste ultime” esistano. “Anima”, “inconscio”, “id”..penso siano espressioni incompleta, data tale profondita’”

    *Ciao, Vera, ricambio l’affetto.

    Marghian

    • semplice1 ha detto:

      Marghian carissimo…guarda che faccio per risponderti: ti passo una frase di Gabriele, lasciatami due commenti prima del tuo. E’ bellissima e…c’azzecca come risposta: Le sublimi emozioni non si trasmettono tramite le parole, scelgono il silenzio come passaggio tra le anime”.
      Per dirti, non preoccuparti se non hai tempo di commentare…io so che ci sei!!
      Un abbraccio grande

  14. ombreflessuose ha detto:

    Ciao Vera, non si parte mai, quando l’anima conseva
    sempre la bellezza .
    Sei stata solo un attimo a dialogare con la vita
    Un caro e sereno saluto
    Ombre

    • semplice1 ha detto:

      Cara… un attimo di dialogo vario…ci siamo prese a pugni, ci siamo duellate , punzecchiate con le spade, ci siamo voltate le spalle, ci siamo rancorate…ci siamo spiegate e tra lacrime e sorrisi ci siamo rappacificate.
      Un bacio a te

  15. barbatustirolese ha detto:

    Carissima Vera. Il tuo “SI'” è un inno alla vita ed a tutti i suoi contenuti. E’ soprattutto la gioia dei tuoi amici per averti ritrovata dopo una lunga pausa di impenetrabile silenzio per me angosciante e non solo perchè ci eravamo conosciuti da poco.
    Un abbfraccio!

  16. semplice1 ha detto:

    Osvaldo carissimo…scusaaaaaaa
    Ho trovato decine di messaggi tuoi, in cui carinamente e affettuosamente cercavi di metterti in contatto con me a cui non ho risposto, autorizzatissimo a pensare: sta burina!! Ma credimi, in quel periodo il pc non l’accendevo proprio.
    Comunque, conta sulla mia amicizia, ti ammiro e ti stimo oltre che condividerti a 360°.
    Un abbraccio per te.

  17. semplice1 ha detto:

    Carissimo Bruno, mi rattrista molto questo tuo stato d’animo e consentimi di non essere d’accordo. Non posso condividere il tuo pensiero: ” La mia buona sorte ormai è morta. Ho bruciato tutto per un sogno che mi si sta sgretolando tra le mani. Ho teorizzato e poi la realtà si è imposta”.
    Un sogno, il tuo sogno non si è mai avverato…ma tu sei vivo, sei qui..e non puoi morire dentro per questo.
    Molti sogni ci muoiono tra le mani e non è facile far finta che non siano mai esistiti o dimenticarli. Io non li dimentico mai, solo faccio in modo che non mi procurino dolore. Allora, li trasformo… cerco di vederli come compagni di un momento felice, vivo, mai come un fallimento solo perchè non realizzati. Li sento vicini a me comunque, perchè mi hanno regalato gioia, felicità, passione, vita.. ma mai e poi mai li percepisco come fantasmi, scheletri da tenere nascosti e di cui provare imbarazzo. Ogni tanto, quando la malinconia mi assale, li prendo a braccetto, li accarezzo e raccomando loro di non abbandonarmi mai…perchè un sogno grande rimane sempre grande e vivo, malgrado noi e la realtà. E ringrazio la vita d’avermene dato la possibilità di sognarli. Ma al contempo ne impasto di nuovi perchè rinunciare ai sogni è rinunciare a vivere e la sorte va aiutata!! Finché respiriamo la sorte non muore, hai mai sentito dire che brutta sorte ha quel morto?
    Non voglio passare per la maestrina o la saccente che ti fa la paternale, vorrei solo riuscire ad entrare nelle tue corde per iniettarti dosi giganti di ottimismo..fidati, detto da me puoi fidarti.. ho sfidato la cattiva sorte più volte ma finora l’ho vinta io. Circondarsi di aura positiva è fondamentale come l’aria che respiriamo.
    Te lo ripeto, ti voglio bene, e conta su di me ogni volta che ne senti bisogno.
    Questo spazio non è una vetrina di belle parole e pensieri, ha senso se può diventare un posto dell’anima. Un luogo in cui si bussa e si sa che ci aprirà un amico. Un amico su cui contare per ridere, piangere, arrabbiarsi, sfogarsi, confortarsi.
    Un abbraccio

  18. Bruno ha detto:

    Ripeto,sei unica. Non pensavo esistessi.

  19. Bruno ha detto:

    Per entrare nel merito : quel che dici è giustissimo. Hai perfettamente ragione.Ma nell’età della”saggezza”,dopo una vita di dura miniera ,con solo nel cuore la certezza(illusoria) di un calntuccio confortevole che ti lenisca la insoddisfazione,ci si aspetterebbe di trarre a riva reti con un pò di pace di tranquillità di serena convivenza e pacifica reciproca comprensione . E invece si intraprendono strade competitive.Aggressive e inquietanti.

  20. semplice1 ha detto:

    Pescatori a vita..sempre in barca sulla cresta dell’onda…c’è ancora tanto “pescato” da tirare su…il tempo per riposare in un cantuccio è ancora lontano! Ti auguro di avere sempre buon vento, Bruno!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...