Sento..

Vi regalo questo mio quadro di parole

La domenica mi assale, quasi sempre, la voglia di evasione…come un bisogno vitale di rigenerazione, un fare il pieno di serenità, di quiete. Così abbandono, se pur per l’arco di una giornata, stress, impegni, prestazioni, pensieri pesanti, concedendomi al piacere dell’ozio e delle sole cose che mi fanno star bene. Un sano egoismo si impossessa di me senza sensi di colpa. Ho bisogno di star bene, ne ho bisogno e lo assecondo! Scarto il mare perché di domenica è una bolgia infernale e vado alla ricerca di piccole oasi verdi, di sentieri non molto battuti, di antichi borghi, di fiere di campagna, ritrovando sapori genuini e la semplicità dei gesti e delle parole di una volta. E’ quasi una catarsi, un ritornare alle origini, all’essenza della condizione umana troppo spesso violentata e snaturata da comportamenti e bisogni che hanno poco di umano. Non visito come turista ma cerco di immedesimarmi nelle realtà, amo il contatto con le persone, mi attirano le storie i vissuti..e non di rado dopo una chiacchierata con qualche signora del luogo mi ritrovo nel suo orto a raccogliere erbe e frutti dall’albero, se non addirittura a tavola invitata a consumare cibi che abbiamo cotto insieme, perché l’empatia non si compra ne si vende…si trasmette. E ritorno sempre con un bottino: la mia fedele ( perché la porto sempre al seguito) cesta piena di bacche e frutti in via di estinzione, pane fragrante, formaggi tipici, erbe selvatiche, fasci di fiori di campo..oltre alla manciata di segreti, di gocce di saggezza, di benessere che da la comunicazione e il relazionarsi  con gli altri.  Sono piccoli piaceri preziosi che costano pochissimo. Anche stasera sono reduce da una gita fuori porta..oggi erano di scena le ciliegie in zona Sabina.

Vi passo le emozioni che ho “colto” nel viaggio.

L’abitacolo angusto di una macchina ….dolcissime e struggenti le note di “Le 4 stagioni “ di Vivaldi piano piano mi prendono il cuore e accompagnano i miei pensieri. Dietro i vetri scuri degli occhiali da sole il ” mio viaggio” è possibile . Come un servizio fotografico iniziano gli scatti….

L’autostrada corre ….man mano il paesaggio cambia, alti palazzi e quartieri caotici e fumosi lasciano il posto a viste più pulite, più aperte, il grigio del cemento viene soppiantato dall’esplosione dei colori… un diadema di cirri incorona come regina la montagna all’orizzonte… si scorge l’orizzonte!! Già l’orizzonte, sempre più raro ormai vederlo in città.  Svincolo—–>,  la velocità cala, cambia la scena, mi ritrovo in strade diverse, entro in gallerie di fronde dove raggi come lance mandano dardi che ogni tanto mi trafiggono in un gioco di luci e ombre ed ecco… navigare tra mari gialli di irrequieti girasoli, o laghi di lavanda blu, salire dolcemente colline patchwork in accostamento cromatico mirabile. Tutt’intorno scacchiere d’oro che hanno come pedine grosse ruote di paglia che verrebbe voglia di rotolare giù per i pendii. Viste insolite per chi abita in città si parano dinnanzi: greggi sonnolenti, un contadino arrostito, un gruppo di cavalli eleganti, fieri e liberi al galoppo, iperbole di acqua girare…. gruzzoli di tetti rossi e muschiati, con un campanile come bandiera, incastonati come gemme sui fianchi delle colline, lenzuola che danzano nei prati, sui fili ad asciugare, come vele al vento e… a valle il fiume grigioverde scorre lento e una barca sembra seguire il suo ritmo.

Il piacere raggiunge picchi vertiginosi quando scendo dalla macchina… non sono solo gli occhi a percepire, ma tutti i sensi… a cominciare dall’aria frizzante e pulita che prepotente entra nei polmoni, al profumo dell’erba, alla carezza del vento sulla pelle e al benessere che provo a toccare la terra con le mie mani, mi è sempre piaciuto farlo, è come sentire il profumo e il battito della vita che palpita in ogni sua forma, anche le pietre sembrano averne.

Ascolto e guardo:

il frastuono costante e assordante delle cicale, il volo leggiadro delle farfalle, il fermo sostare di una lucertola al sole e il suo repentino muoversi ad ogni calpestio… l’andirivieni instancabile delle formiche, la disperazione agitata di uno scarabeo a pancia in su… il ronzio delle api e il loro sparire dentro i calici delle corolle… le danze degli uccelli nel cielo… un gatto sonnacchioso… l’abbaiare vigile di un cane… il merletto di un ragno… la maestosità di una mandria e il suo lento scampanio, le chiacchiere dei vecchi nella piazzetta, il vociare allegro di bambini impegnati a tendere la cordicella e a correre inseguendo il vento, per far volare un aquilone.. I vicoli stretti danno il senso di vicinanza ma al contempo ne garantiscono l’intimità… scappa al controllo solo il lecito come da una finestra aperta la voce di una donna che canta o il profumo del pranzo della domenica che aleggia tanto da poter stabilire con esattezza cosa ci sarà sulle tavole di ciascuna casa..

L’ allegria festosa della banda ha portato gioia e ha fatto muovere i piedi a tutti… la sfilata in costumi medievali ha riavvolto la moviola del tempo, azzerandolo quasi… il rosso delle ciliegie metteva buonumore e tingeva i sorrisi.

Un concerto…sssssssssssssssss… se ascolto, sento tutti gli strumenti guidati con maestria da quell’orchestrale esperto che è la vita, e poi … e poi la certezza che la musica non finirà neanche la notte… Quando tutto sembra dormire… ecco entrare in scena lucciole per far luce e applaudire grilli innamorati e… nel buio più totale il cielo si illumina di milioni di stelle… tante… tante da provare commozione … e lei tonda… sorniona … sorridente … splendente, se la gode . Tutto ciò mi dà gioia … serenità… mi riappacifica con il dolore, i torti, il mistero, la vita e mi sento parte integrante di essa .

Semplice

Annunci

11 commenti su “Sento..

  1. Raul111 ha detto:

    Se uno fa silenzio nel suo cuore può ascoltare ogni bisbiglio di tutto ciò che lo circonda.

  2. lucianaele ha detto:

    Buon lunedì e buon inizio di settimana,
    Luciana

  3. accantoalcamino ha detto:

    Ciao Vera….

  4. fgiordano35@tin.it ha detto:

    Un bel tacer non fu mai scritto.
    Ciao Vera-

  5. riccardo ha detto:

    quante volte mi sono perso guardando il mondo dal finestrino di una vettura, mentre il mio cuore e la mia mente creavano parole dettate dal mio vedere

  6. ANGELO ha detto:

    Che bella giornata hai passato Vera! piena di sensazioni e di situazioni particolari , con le quattro stagioni poi!! …la pace, la tranquillità è quella che cerchiamo tutti noi, se la vogliamo, esiste. Un caro saluto. Felice era rimasto a casa?

  7. ili6 ha detto:

    Queste sensazioni, quando siamo predisposte a coglierle, le chiamo pace ritrovata. E dovremmo metterci più in ascolto dei doni che la natura ci offre e cibarci di esse, godendone pienamente.
    Mi fa piacere che hai ritrovato un pò di serenità: ci voleva.
    Un abbraccio, ciao.

  8. zebachetti ha detto:

    bel viaggio bella atmsfera quelle che piaccionao a me è bello godersi la domenica cosi lo faccio spesso buona serata Vera ciao un abbraccio naz

  9. Ivan ha detto:

    ho letto tutto d’un fiato e poi riletto ancora e gustato come da piccolo gustavo una caramella cercando di non farla sciogliere. Mi hai fatto tornare a tante cose vissute, a quell’odore del fieno che secca, all’odore del bosco dopo la pioggia e ho rivisto visi di persone care e…
    il naufragar m’é dolce…..in questo mare.
    grazie Vera

  10. luciabaciocchi ha detto:

    Viaggio fantastico, sensazioni uniche, luoghi che conosco molto bene, ma che non sarei mai riuscita a descrivere come hai fatto tu. Mi piacerebbe vivere queste emozioni insieme a te, ti aspetto vieni a trovarmi, l’aria è frizzante, il paesaggio unico, fra un po’ arrivano anche le lucciole, gli amici li conosci, il resto viene da se….Un abbraccio

  11. fernando garda ha detto:

    Dolce amica credo di aver vissuto le tue stesse emozioni , non conosco i luoghi del tuo viaggio, ma la musica e il reportage del viaggio mi hanno emozionato .
    una videopoesia , GRAZIE ti abbraccio !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...