Attenti….all’uomo rosso…( non era nero?)

Questo messaggio è stato trasmesso a reti unificate il 20 maggio 2011 durante il Tg. delle 20.00. Infischiandosene di qualsiasi regola di par condicio, invadendo gli spazi…Berlusconi ha fatto il suo proclama! Un discorso non di illustrazione del proprio programma, delle cose che vorrebbe fare, delle risposte ai problemi del Paese.. ha, invece,  solo veicolato un messaggio atto a scatenare paura e identificare mostri. Il prosieguo di una campagna elettorale dai toni aspri, avvelenati, non leali.

E allora mi è venuto alla mente un pezzo che ho scritto due anni fa..caspita, è attualissimo…mi viene da chiedere: sono io che ho capacità preveggenti, tipo Cassandra..o è lui che è rimasto immutato? Mi chiedo..è un comportamento dettato dalla preoccupazione della fine, del tracollo, che va facendosi strada anche nel suo cervello o…ancor peggio pensa che gli italiani siano un gregge da imbonire con quattro parole urlate?

Nei metodi educativi di un tempo, molti genitori o adulti erano soliti smorzare l’irruenza dei bambini evocando la venuta dell’uomo nero,che li avrebbe mangiati o portati via o quantomeno spaventati; e i bambini con la loro fantasia davano corpo e forma a questo mostro mai visto ma sicuramente esistente visto che mamma e papà lo conoscevano. Nulla di più diseducativo, non è creando paure e mostri che si diventa responsabili e maturi. Ma molti adulti trovavano comodo questo escamotage che  faceva risparmiare tantissimo tempo ed energie e soprattutto l’ingente presenza e impegno che  invece ne avrebbe richiesto un discorso e un metodo  educativo  basato sulla spiegazione del perchè alcune cose non andrebbero fatte. La paura non spiegata paralizza, rende insicuri e aggressivi. Poi siamo sicuri che col passare degli anni si riesce ad elaborarla, neutralizzarla e metabolizzarla?

Se è condannabile come metodo pedagogico, ancor più disdicevole lo trovo applicato da parte di un governo verso i propri cittadini. Ultimamente si stà cavalcando l’onda della paura; non è più l’uomo nero immaginario dell’infanzia, oggi esso ha un nome ben preciso, un aspetto fisico caratteristico, comportamenti specifici, prendendo  le sembianze ora del clandestino, ora dei magistrati, ora dei comunisti…ora è diventato: l’uomo rosso!

Ultimamente in tv., cronaca, e giornali non si parla d’altro; un giorno  primeggia il problema dei clandestini extracomunitari e i toni sono fortemente preoccupati: “ci stanno invadendo, sono troppissimi, ci rubano il lavoro, delinquono, stuprano, puzzano…”.Il giorno dopo tocca ai   giudici che  “si sono appropriati di uno strapotere che, poveri voi a cadere nelle loro spire, perseguitati a vita…come lo è lui ..un accanimento  vero e proprio!”  Da sempre, comunque, l’incubo più grande restano i comunisti, li vede in ogni dove, mostri mitologici  a più teste, affamati più di prima,  motivati solo dal togliere proprietà, privilegi, libertà ( di delinquere, lo omette).

Tutto ciò ha un nome: è strategia della tensione, è inculcare paura, paura, solo paura!! E anche in questo caso, come avveniva prima con i bambini, si strumentalizzano le fasce più deboli: anziani, giovani disoccupati, cassa-integrati, le donne.  E’ trovare un capro espiatorio, è buttare polvere negli occhi, è offuscare la realtà. Così,  se il governo non governa, se manca il lavoro, se non arriviamo a fine mese, se le vacanze si sognano e basta,se per molti è un problema mettere su pranzo e cena, se i figli di tanti all’università devono rinunciare, se un mutuo per la casa è impossibile perchè con 1000 € nessuna banca lo accende, se fare figli è un lusso proibitivo, se…..se…se…sappiamo benissimo chi è il nostro nemico e…certi, faremo di tutto per combatterlo!.

E allora, ecco attuare le contromisure:  per gli extracomunitari basta il varo di una legge sulla sicurezza, inseguirli via mare,istituire le ronde, proporre separazioni nelle aule scolastiche e negli scomparti della metro, tassazione sui permessi di soggiorno, etc….etc…e mostrare con orgoglio i risultati ottenuti come conquiste morali, sociali, tutelanti (soprattutto). E non importa se l’Europa, se l’ONU, se il mondo ci accusa di razzismo!.Eliminato il problema, l’Italia rifiorirà economicamente. Per i magistrati  basta deligittimarli, ridicolizzarli, accusandoli di essere brigatisti, di essere cancro dello stato..( chi sostiene a cuor leggero brigatisti e cancro?). Per i comunisti  basta farli vedere come licenziosi verso droghe, stranieri, bombaroli, disubbidienti, sovvertitori dell’ordine e della legalità. Bastano un pò di bla bla bla…un pò di menzogne, un pò di calunnie et voilà le jeu c’est fait!!

Così, passano in sordina la crisi economica, il tasso di disoccupazione, il lavoro nero e precario,la nostra partecipazione alle guerre, i servizi sociali sempre meno diritti (sanità, casa, scuola, ricerca…) e capisaldi come la certezza del diritto alla sicurezza, la libertà, la legalità …diventano valori sempre più vacillanti.

E dire che ci sarebbero tante cose da fare come: progettare nuove forme di economia, incrementare imprese e sviluppo, tutelare i salari, controllare severamente l’evasione fiscale, stroncare l’illegalità, la corruzione, le mafie, le truffe, investire in settori confacenti il nostro territorio, la nostra cultura, la ricerca, i nostri paesaggi, la nostra arte, il nostro artigianato.  Le nostre risorse umane e territoriali sarebbero le soluzioni più giuste, le risposte più durature e solide ma, richiedono tempo, troppo tempo, energia, volontà, rinunce di potere (per alcuni), e…..allora è più sbrigativo tornare al metodo dell’uomo nero.

Semplice

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica.

27 commenti su “Attenti….all’uomo rosso…( non era nero?)

  1. cordialdo ha detto:

    Certo che la responsabilità è di chi tali metodi usa. Ma non è certamente meno responsabile il cittadino che, dopo 17 anni della stessa zuppa infarcita di menzogne catastrofiste, si lascia ancora abbindolare da un truffatore di giustizia, verità e giustizia.
    Un’amica, che si definisce ottimista, oggi commentando il mio ultimo post sul tuo stesso argomento ha dichiarato che in caso dovesse prevale tale metodo… sarà costretta ad emigrare in….Libia dove, nonostante il recente passato, meglio di noi hanno compreso il valore della libertà a costo della vita!

    • semplice1 ha detto:

      Indubbia verità Osvaldo…gli altri ci fanno ciò che noi permettiamo loro di farci. Per molto tempo ci siamo “seduti”, molti altri si sono affidati all’illusione di un sogno, senza capire che B. parlava solo del suo di sogno:l’onnipotenza del potere!
      Incrociamo le dita..un’altra settimana di sofferente attesa..poi i risultati del ballottaggio ci diranno se fare o no la valigia.
      Certo la libertà è un valore esoso, nessuno ce la regala.
      Un abbraccio
      Vera

  2. scanazzatu ha detto:

    Purtroppo la politica dei proclami e del fango va avanti, sembra che parole come decenza, etica non esistano, tutto ruota attorno ad unico uomo ed ai suoi problemi, lasciando nel dimenticsatoio i reali problemi del nostro Paese.
    Spero che il buon senso della gente abbia finalmente il sopravvento e si possa tornare a respirare aria “PULITA”

    • semplice1 ha detto:

      Antonino carissimo..non avevamo dubbi, conosciuti i personaggi, sul proseguo della campagna elettorale..
      Certo se il risultato dovesse essergli favorevole, saremmo davvero messi male..ci calpestano i diritti, i sogni, i valori, la vita e siamo pure contenti!?
      Ma io sono ottimista..voglio esserlo.
      Un carissimo saluto
      Vera

  3. popof1955 ha detto:

    Questo mostro sta cercando in tutti i modi di creare un clima da guerra civile. Continua ad operare scientificamente per provocare moti di stizza nella gente. Non accetta le regole democratiche, è talmente assetato di potere che i fatti sono due: o è appoggiato da poteri occulti o sta scappando di mano anche a loro.
    Una visita psichiatrica non sarebbe sconsigliabile, vive in un mondo di fantasmi come se una droga l’obnubilasse.
    Si sente come se fosse la nonna che aspetta cappuccetto rosso, non si accorge di essere il lupo e vuole impedire in tutti i modi che arrivi il cacciatore. Aspettiamo, tutte le favole finiscono bene, anche questa volge alla fine.

    • semplice1 ha detto:

      E’ vero…non si rende conto di quanto vada oltre la misura.
      Atteggiamento tipico di chi o ha paura o non ha i contatti con la realtà. Recita uno spettacolo a cui crede solo lui e i suoi fedelissimi.
      Incrociamo le dita e speriamo nel buon senso dei milanesi e napoletani.
      Altrimenti vieni con me e Osvaldo? Espatriamo!
      Un abbraccio
      Vera

  4. luciabaciocchi ha detto:

    Semplive ti promuovo POLITOLOGA ( anche se un po’ schierata), ma non ci sono più parole ed epiteti per descrivere la situazione del momento, speriamo che le avvisaglie di cambiamneto diventino una realtà, l’impegno dei singoli cittadini è importantissimo, dobbiamo combattere contro l’indifferena in prima persona. Attendiamo fiduciosi il responso del referendum…

    • semplice1 ha detto:

      Lucia ti ringrazio ma non accetto! Sai perchè? Mi rendo conto che trattare di politica anche se affascina fa fare il sangue amaro. Mi prendo certe ‘ntussicate”. Non sono schierata Lucia..non me ne piace veramente, nessuno, scelgo quello che mi convince un pò di più..la mia idea reale non ha partito se non quello universale di umanità!
      Un abbraccio forte forte
      Vera

  5. ili6 ha detto:

    ho cliccato il like perchè concordo con te che certe “manovre” sono quantomeno discutibili per non dire di peggio. Concordo anche nel fatto che l’era B. debba concludersi, bene o male che sia andata perchè, cara Vera, se diamo una semplice occhiatina ai nostri vicini di casa, ne cito solo due, Grecia e Spagna, e se allarghiamo l’ottica in un orizzonte più ampio verso l’economia mondiale a picco, in questi dieci anni potevamo trovarci molto ma molto peggio di come ci troviamo adesso. E questo dobbiamo ammetterlo nonostante le ridicolaggini, gli scandali e tutte le negatività di questo governo in questi ultimi anni.
    Non mi è piaciuta questa campagna elettorale, non mi piace per il tono insultante e meschino di tutti i candidati verso tutti. Non ci sono idee, non c’è programmazione, non ci sono ideali. C’è voglia di corsa al potere e grande voglia -esigenza di mandare a casa B. e ripeto che su ciò concordo, ma la mia paura è che, al punto di esasperazione in cui siamo, chiunque possa andare bene a chiunque purchè non sia B. E così ragionando si rischia di sbagliare ancora. Non si tratta, comunque, di lupi neri o rossi, si tratta semmai e sempre di lupi, questo sì, lupi che nel passato il mondo ha conosciuto nella forma più affamata e distruttiva. Si tratta di estremismi e dittature, nere o rosse che siano e quelle sì che fanno davvero paura. Non abbiamo scordato i nostri anni di piombo.
    Non sono di sinistra nè di destra ma che ben venga la sinistra se di sinistra democratica si tratterà e se sarà capace di innovare e costruire.
    Forse il vento che spira è nuovo ma sinceramente ancora non so se si tratterà di brezza o di bonaccia.

    • semplice1 ha detto:

      Ili..premesso che chiunque farebbe meglio di lui( ma questo fai conto che te lo stia dicendo in un orecchio)…certo non non sono per cambiamenti a caso o dettati solo dall’onda emozionale del disgusto. Ili, B. ha veramente esagerato..sono venti anni di mal governo, di inciuci, intrallazzi e collusioni, sbandierati sfacciatamente tra un sollazzo una barzelletta, un bunga bunga, vissuti come diritto..
      La crisi in Italia c’è ed è seria, checchè ne dicano i vari Tremonti e &..forse non si nota in maniera eclatante nei piccoli centri…ma ti assicuro che a Roma e nelle grandi metropoli, la gente parla da sola per strada…il potere d’acquisto è sempre più basso..gli stipendi e i salari non sono sufficienti a coprire le spese di mantenimento delle famiglie..ai supermercati non ci sono più file neanche i giorni dopo il 27..nei negozi di abbigliamento c’è solo l’eco assordante..gli anziani economizzano persino sulla frutta o le verdure..capannelli di giovani, stanziano nelle piazzette, sempre più numerosi a rigirarsi i pollici..famiglie indebitate strozzate dagli strozzini.. bollette in continua lievitazione…moltissime famiglie non potendo onorare i ratei dei mutui vedono sequestrarsi la casa..moltissimi piccoli imprenditori costretti a chiudere aziende e fabbrichette strozzate dai tassi da cravattari operati dalle banche..etc etc…
      Io non credo che potevamo trovarci peggio Ili, credimi, lo penso davvero. L’Italia ha moltissime risorse, prima fra tutte l’intelligente creatività del suo popolo..per non parlare delle ricchezze del territorio in termini di paesaggi e bellezze d’arte..che sono state calpestate privilegiando l’espansione della malavita e del malaffare. Una conduzione della res pubblica vergognosa!
      Io non vorrei scegliere tra un lupo a pelo lungo e un lupo a pelo corto..io vorrei essere governata da persone oneste.
      Per questo guardo ai giovani del nord Africa prima, adesso a quelli europei greci e spagnoli..protestano senza bandiera d’appartenenza, senza colori…vogliono solo democrazia, libertà, giustizia..non importa chi e quale partito gliele dia..certo che se uno vuol governare con questi principi, non può che essere il benvenuto!
      Vorrebbe dire che ha fatto quel salto che non privilegia l’egoismo.
      Un abbraccio
      Vera

  6. Bruno ha detto:

    Sei tra i miei amici!

    • semplice1 ha detto:

      Bruno..con piacere!
      Non so chi e cosa ti ha portato nel mio blog..di certo sono contenta se immediatamente ti sei trovato bene..spero tu possa trovare sempre motivi validi per continuare a frequentarlo.
      Con simpatia
      Vera

  7. luciabaciocchi ha detto:

    Seguo da anni la psicoterapeuta e scrittrice Irene Bernardini, oggi nella sua pagina fb ho letto questo pensiero voglio riportarlo qui:
    ” Io ho votato e voterò Giuliano Pisapia al ballottaggio di Milano, perché la visione e il progetto per Milano di quel signore così poco piacione, così poco imbanditore, così poco paraculo, più bravo ad ascoltare e pensare e progettare e fare che non a parlare, che da mesi gira tutti i quartieri della città e rifugge gli studi televisivi, ha fatto riaffiorare il mio amore per Milano, la mia città. Il sogno di un posto buono, dove tornare a impegnarsi e sorridere. Dove i bambini possono saltare di gioia.

    • semplice1 ha detto:

      Molto bello quello che scrive la Bernardini..negli italiani c’è voglia di gente perbene. Di gente che sceglie il fare anzichè l’illusionismo.
      Perchè alla rabbia preferiamo la gioia..
      Grazie Lucia, per aver portato queste belle parole a conoscenza delle persone che leggono questo blog.
      Un bacio
      Vera

  8. Vera ma secondo te il fattore scatenante di tutto questo nasce da una base di ingoranza o da una forte strumentalizzazione conformista???
    No perché io non riesco a dare una risposta.
    Bacio grande
    Luisa

  9. semplicementelisa ha detto:

    Me la ricordo la strategia della tensione ..le stragi impunite,
    la vergogna dei fatti che nn sussistono ….
    spero non si ritorni a questo ..ma … è un momento davvero difficile … e i burattinai ormai nn sanno + come tirare i fili ..e qst mi fa temere …
    un abbraccio di cuore..con affetto

    elisa

  10. semplice1 ha detto:

    Eh già Elisa…me la ricordo anch’io..
    Sai..forse un giorno lontanissimo..molte verità verranno a galla, quando chi coinvolto non avrà più da temere…perchè la verità spesso, molto spesso non è quella che appare a prima vista nè quella che ci raccontano!
    Stringiamoci in un abbraccio che ci dia forza, coraggio e speranza. La positività viaggia su strade invisibili.
    Ti voglio bene
    Vera

  11. ANGELOM ha detto:

    Io penso che certi atteggiamenti e certi commenti del capo, è forma evidente di un cervello innacquarito, mi auguro che gli italiani lo capiscano.

  12. Bruno ha detto:

    Non per niente il “nostro” è un piduista della prima ora. Passo passo si sta realizzando nel Paese ciò che Licio Gelli dettava si dovesse fare nei suoi papelli e manuali per il colpo di stato perfetto. Delegittimazioni paura tensioni sociali alleanze con il crimine organizzato bavaglio alle forze sane . Tutto quello che è accaduto e sta accadendo. Non dimentichiamo inoltre che il desso è il delfino (squalo tigre?) del grande statista manolesta Benito detto Bettino .

  13. […] Se avete voglia di leggere tante stupidaggini (nome in codice per… minchiate)  una in coda all’altra vi linko, a vostro rischio e pericolo, l’articolo del “Giornale” di partito da cui è tratta la storica ed originalissima frase dell’uomo che ci salverà dall’arrivo dell’uomo rosso. […]

  14. mistral ha detto:

    Tante belle idee, pensieri, frasi, ragionamenti che fanno
    onore a ciascuno di voi. Ma più che che indirizzarli contro
    quell’individuo, sarebbe opportuno “educare” a ragionare tutta la
    gente che lo acclama.

    Ciao Vera
    Un abbraccio
    Mistral

  15. semplice1 ha detto:

    Cara Mistral..chi lo sostiene non è da meno..in fondo lui tutela e garantisce i “difettucci” dei furbetti di quartierino.
    E’ vero, però, che bisogna costruire e rafforzare l’alternativa onesta e morale in cui rispecchiarsi.
    Un bacio
    Vera

  16. MARGHIAN ha detto:

    (mi piace il post.lui no)

    Ma..non era nero?
    E’ che nella cultura-cul..tura?- fascista si insegnava ai bambini che l’uomo nero-quello vero, LUI- era…buono.

    “Che terribile idra a 7 teste e’ l’uomo rosso!!! Attenti bambini, vi mangera’!! Io invece sono l’uomo azzurro, e vi aiutero’ io.
    Quando sarete grandi verrete con me al bunga bunga…ecco questo e’ il vero bengodi..ed io ve lo daro’, ma..dovete credere nella MIA persona, non date la vostra giovane vita all’uomo rosso…datela a me, all’uomo azzurro….forza Italia!!”

    Quando esordi’ in tv nel ’94 Berlusca disse :”fondero’ un movimento (mica disse partito! Lo freghi mica cosi’!) che chiamero’ “forza Italia”-con tutti i tifosi che ci sono…altra mossa da “venditore”- io mi trovavo a Torino da un fratello. Ero intento a consumare la colazione, e sentii queste parole.

    “Berlusconi..in politica….non mi ispira…la vedo brutta, questo qui punta al fascismo, e alla impunita’…speriamo che questa cosa non vada avanti…sara’ peggio per noi”.

    *Dissi questo, spontaneamente, a mio fratello….che mi diede ragione.

    Era il..94, come sai.

    *Cosa ti sembro, Vera, come….veggente?

    Ciao.

  17. semplice1 ha detto:

    Perfetto!! Perfetto come veggente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...