All’…….indomani

All’indomani delle votazioni amministrative in parecchie città e comuni d’Italia, indubbiamente si avverte un cambio di tendenza. Un vento  si solleva dando inizio a qualcosa di nuovo. Il serio, pacato, responsabile, Fassino vince a Torino..Merola conquista Bologna ( nonostante la vergognosa e scorretta campagna elettorale fattagli contro da  Tremonti)…Pisapia sorprende il premier ottenendo un vantaggio sulla Moratti( nonostante le calunniose falsità della signora) ..a Napoli De Magistris dell’IDV va al ballottaggio sostituendosi al PD..la lega registra un calo..il terzo polo si “mantiene”, etc.. Dovrei esultare..invece no, dentro di me registro una delusione di fondo. Sinceramente mi sarei aspettata, visti i toni, il  leit motiv delle campagne elettorali, le scellerate azioni di governo..una risposta più netta, più chiara. Un risultato che non avrebbe dovuto portare a ballottaggi..un risultato che non doveva dare adito a interpretazioni, a mistificazioni. Da ieri pomeriggio ho fatto scorpacciata di dirette televisive con dichiarazioni dei vari esponenti politici…ebbene, a sentirli, hanno vinto tutti…non si sentono di recriminare nulla delle proprie azioni…hanno “tenuto” tutti. Mi sconcerta tutto questo..la politica non è una partita a scacchi che i vari leaderas giocano a livello personale..riducono tutto al banale concetto di vincere o perdere…ma dove sono i programmi, i bisogni del popolo, le riforme,  gli obiettivi? L’elettorato viene considerato alla stregua di bottino..ovvero di pedine conquistate.

In effetti Berlusconi registra una caduta..lui che si era speso tutto  (20 milioni di € il modico costo della campagna elettorale pro Moratti), che a Milano aveva lanciato la sfida con sfrontatezza, sostituendo nei fatti le votazioni amministrative in un referendum, pro o contro lui, candidandosi come capolista. E con  sfacciata onnipotenza, tra una risata, uno sberleffo, un’offesa, sfidava la sinistra a fargli un funerale qualora avesse perso. Non ci interessano i funerali…ci interessa che vada a casa o dove decideranno i tribunali valutate le sue colpe. Il problema per gli italiani non è lui in quanto persona, non è l’uomo in se..ma ciò che incarna e rappresenta.

La lega , anche se nega, paga..paga un prezzo salato per un’alleanza mantenuta a tutti i costi, non certo per fedeltà quanto perchè è solita salire sul carro del vincitore non per  condivisione di programmi, ma perchè sotto sotto deve far passare le sue linee i suoi obiettivi..primi fra tutti il federalismo..Paga anche perchè molti messaggi, immigrazione, razzismo, divisione, non sono accettabili e risultano impopolari.

Il Pd mantiene una stabilità …che io trovo ugualmente perdente. Non è riuscito a fare quel salto, quel volo che comunica entusiasmi e larghissimi consensi. Da molto tempo ormai, gioca in difesa…per vincere bisogna far goal, non basta parare i goal altrui.

Il terzo polo…è più confuso che persuaso..in cerca di identità..non mi stupirei se si concedesse al miglior offerente.

Poi ci sono i grillini e l’IDV…gli unici a cui , per onestà di cronaca, si deve riconoscere la vittoria. Partiti che raccolgono la protesta genuina della gente,i malumori reali della base..anche se rimangono poco incisivi  per le basse percentuali.

I capigurppo tacciono non si vedono e non si sentono… Parlano o starnazzano, a seconda dei casi, gli altri esponenti, riproponendo le stesse trombe da cui escono le solite note trite e ritrite dell’antiberlusconismo, dell’influenza della magistratura e bla bla bla..parlano gli altri, mostrandosi volenterosi, impegnati, pronti a rimboccarsi le maniche!  Fanno propositi di analisi, di aggiustamenti di tiro, etc.. Ma tutto ciò dovrebbe avvenire in 15 giorni? Un miracolo! 15 giorni possono cambiare qualcosa? E’ come se si fossero svegliati tutto d’un colpo.  Svegliati per cosa? Per riuscire in 15 gg. con la massima occupazione e sforzo   a conquistare, affascinare, portare a se gli elettori???? Hanno avuto anni.. e solo da oggi in poi si impegneranno? Ancora una volta ci considerano merce di scambio e soprattutto privi di pensiero critico! Ma quanto sono ingenua…io ancora penso che i politici dovrebbero essere i nostri rappresentanti, persone che farebbero al posto nostro!!

C’è un altro personaggio in queste elezioni, che per la verità non è stato nominato granchè, sulla scena ha fatto solo comparsate: l’astensionismo dalle urne. Solo a Napoli ha quasi raggiunto il 40%.  Astenersi = non votare x protesta…ma che senso ha? E’ protesta non votare?.. Votare è l’unica occasione, l’unico gesto che ci eleva dal livello di sudditi a popolo …votare è protesta! Come fa il 40% dei napoletani, con la monnezza alta come montagne a non votare? Cose come queste non riuscirò a capirle mai. Mi somigliano  tanto a quelle persone che dicono: “non vinco mai”..e quando gli si chiede.. ma tu compri i biglietti della lotteria? No..tanto non vinco!..Ma allora chi vò?

La vita è nostra, non possiamo non essere protagonisti,  non possiamo non partecipare..e lo si deve fare tutti i giorni con occhio vigile e attento e non stando seduti ad aspettare con paralizzante fatalismo o peggio con comportamenti occasionali e improvvisati. C’è da mettersi seriamente al lavoro, tutti! A cominciare dal pretendere come diritti cose che ci vengono proposte come grazie. Vogliamo lavoro, giustizia, legalità, sviluppo, cultura, servizi, tutela, rispetto!!

Tanto per non privarmi di una metafora, che a me piacciono tanto,paragono l’Italia ad una casa sgarrupata che si vuole ristrutturare..a che servono rattoppi con cazzuolate di cemento per riattoppare crepe, intonacare i muri, mettere vasi di fiori alle finestre se…non si sanano le fondamenta, le tubature, l’impianto elettrico…etc etc ?

Comunque da oggi si riparte..si oliano i motori..riparte la macchina elettorale! Non mi aspetto che da dove è uscito fango escano rose..mi aspetto invece, di vedere agitare spauracchi di fantasmi riesumati del tipo: “Attenti, tornano i comunisti…e sono più affamati del solito…non si saziano più di soli bambini, vi mangeranno tutti!!!” Strumentalizzeranno il fenomeno Grillo e Idv, tacciandoli di populismi, di esagerazione,di pericolo di eversione, di rivoluzione, di brigantaggio..e a molti, questi discorsi,  faranno venire paura e preoccupazione.

Semplice

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica.

42 commenti su “All’…….indomani

  1. ANGELOM ha detto:

    Cara Vera, le elezioni amministrative si sono rivelate favorevoli alla sinistra, ma come dici tu non c’è stato quel salto decisivo che ci doveva essere, hai fatto egregiamente tutto il quadro della situazione politica, speriamo che questo sia uno stimolo per raggiungere quella consapevolezza per fare di più. Berlusconi ci ha lasciato le penne, che sia la prima di una lunga serie, fino alla conclusione definitiva.

  2. cordialdo ha detto:

    Bravissima. Hai dato una panoramica nazionale sulle cose più significative di queste elezioni.
    Ciao, buon pomeriggio.

    • semplice1 ha detto:

      Osvaldo, detto da te che sei un professionista..mi fa piacerissimo.
      Certo avrei voluto fare “un’istantanea” più felice…speriamo quanto prima!
      Felice giorno
      Vera

  3. luciabaciocchi ha detto:

    Vera hai fatto un’analisi accurata della situazione politica italiana dopo queste sospirate elezioni, forse ci aspettavamo di più, ma intanto qualcosa è cambiato. Ora dobbiamo unire le forze e cercherare di trascinare dietro gli indecisi, quelli che si sono astenuti, quelli che non credono più nella politica. Oggi ho avvertito questo vento nuovo che viene dal nord….

  4. Ciaoo, io vedo sempre l’oltre nelle cose, e questo mi da forza sempre anche in una valle di chiodi !! invece condivido a pieno il tuo commento dell’aiutare chi “cade”, dare rimane sempre dono ,che rende felici, nulla cambierà mai in questo in me.

    • accantoalcamino ha detto:

      @consapevolezzadellanima, ci vorrebbero altri Daniele con questi pensieri, sarebbe un bel mondo 🙂

    • semplice1 ha detto:

      Che occhiali usi Daniele, per vedere sempre l’oltre???? Prestameli..
      Gioco…
      Ma è veramente a vedere l’oltre che dovremmo tendere..ci sono meravigliose realtà invisibili dietro le “verità apparenti”.
      Felicità sempre
      Vera

  5. ilgiullaredicorte ha detto:

    beh il tuo discorso non fa na grinza !!!niente d’aggiungereniente da eccepire…pero qualche cosa la devo pure dire no?? beh tanto per dirne una la mia citta come al solito è andata controcorrente eh si noi mentre l italai si sposta a sinistra noi ce ne andiamo a destra…sai non ci piace essere nella massa ehehhehe noi siamo estranei alla massa ehhehe lo abbiamo fatto anche 4 anni fa con la speranza di fare qualche passo avanti riuscire a migliorarema ahime mi sa che ci siamo sbagliati di brutto …il risultato?? una citta sempre piu invivibile il comune senza piu un soldo tanto da nonpoter pagare nemmeno gli stipendi (ed io sono tra i fortunati,nel senso che non lo percepisco),un sindaco uscente ,tra l altro dimissionario ,perche alla fine ha detto bast e sord so fernut o mio l ho fatto ho preso tutto il possibile (senza ovviamente dare nulla ),che e stato dichiarato il peggior sindaco d’Italai(una bella soddisfazione vero??)..ora abbiamo cercato di cambiare si spera in meglio e su questo sono fiducioso ,a prescindere dalla lista ,speriamo…si speriamo ahce se occorrerebbe un miracolo ma mai perdere la speranza…..per quanto riguarda l astensionismo dei napoletani tralasciando il fatto che chi gioca un ruolo fondamentale sono le associazioni a delinquere(e questo èè un dato di fatto )credo che la maggior parte di loro siano stanchi si stanchi di tutte quelle promesse che continuamente gli vengono fatte e puntualmente mai mantenute,stanchi di una clase politica che hanno succhiato sangue alla povera gente illudendoli come semrpe con belle parole e pochi fatti …non prendere questo come un fatto di vittimismo non lo è ti dico solo la realta dei fatti ma si potrebbe aprire un discorso che non finirebbe mai percio lasciamo stare…e tanto per citare anch’io una frase del film di villaggio ti dico solo e io …e io speriamo che me la cavo !!!!
    notte vera…nu vasille

    • semplice1 ha detto:

      Caro Giullare, senza dubbio Napoli è una città con enormi problemi..una realtà che si è lasciata troppo spesso da sola, una città in cui lo Stato è il più grande latitante..permettendo alla camorra di conquistare terreno e potere.
      Terreno e potere che permette ad “altri” di stare al potere!
      Stato di cose che ha tutto l’interesse di mantenere livelli di vita disagiati…perchè quando manca lavoro, prospettive, possibilità di vita dignitosa…non solo si è più sfiduciati ma si diventa più ricattabili.
      Speriamo che Napoli se la cavi…ha una chance adesso: De Magistris…non lasciatelo solo.
      Nu vasille
      Vera

  6. statidellessere ha detto:

    Illusione, dolce chimera sei tu………
    Ho l’impressione che tu creda ancora a Babbo Natale.
    C’è poco da lamentarsi, in fondo abbiamo ciò che ci meritiamo, Berlusconi e co. sono stati votati e, purtroppo hanno ancora molti seguaci.
    Finchè non cambierà questo schifo di mentalità dovremo ancora tenerceli.

    • cordialdo ha detto:

      Premesso che non si possa prescindere dal ricordare che la maggioranza parlamentare non corrisponde alla maggioranza dei votanti ma è figlia di una legge elettorale definita dallo stesso autore “UNA PORCATA”, credo anche sia lecito lottare con tutte le mie forze di oppositore (mio padre lo fu del fascismo!) perchè le cose cambino. Difficilmente dimentico che la pazienza degli Italiani, che non sono certamente dei rivoluzionari, storicamente, ha un limite temporale di 20 anni e tale scadenza è vicina. Con un po’ di ottimismo credo che quanto successo a Milano il 15 e 16 maqgio possa indurci alla speranza di tempi diversi e migliori senza rassegnazione.

      • semplice1 ha detto:

        Grazie Osvaldo..hai sistemato il caro Angelo che continua a darmi staffilate…questo governo sta al potere con il 28% dei voti comprensivi del partito di Fini…
        Qui, consentimi Osv. è una pecca tremenda della sinistra..perchè quando è stata al potere DOVEVA, cambiare questa assurda legge elettorale!
        Non credo a babbo natale…anche se mi piacerebbe crederci..un babbo natale speciale certo…non quello commerciale!
        Angelo..io ci credo al cambiamento! E so che ci credi anche te!
        Un abbraccio
        Vera

    • semplice1 ha detto:

      Angeluzzu…ti abbiamo risposto in due…
      leggi sopra

      • statidellessere ha detto:

        La mia non è certo una staffilata, solo una constatazione, i numeri di cui parla Osvaldo sono relativi, semplice aritmetica, la verità è che fanno ciò che vogliono senza che ci sia nessuno, al momento, che possa fermarli.
        Credi che a me possa piacere questa situazione?
        Però oltre che ottimisti bisogna essere anche realisti e constatare
        lo stato attuale delle cose. Io spero come te e come tantissimi altri che il cambiamento che sembra sia iniziato vada aventi fino a ribaltare la situazione attuale del nostro Paese.
        Con sincera simpatia.

  7. willyco ha detto:

    non aspettare i favori, sapere che ogni progresso, ogni impiego, ogni crescita è una conquista, nel senso che c’è uno sforzo da fare. Spesso sono in giro per lavoro, a nord come a sud, alla politica si chiede non un diritto ma un piacere e se non viene dato ci si rivolge altrove. Questa è una malattia trasversale, che nasce in basso e viene coccolata, blandita, condotta verso un esito in cui non c’è più nulla di pulito. Hai detto bene, ad ogni votazione si può scegliere tra essere sudditi o cittadini, ma anche fuori delle votazioni c’è la stessa scelta. A me non piace chi dice: tanto è tutto uguale, oppure tanto sono tutti ladri. Io non sono uguale, non sono ladro e non sopporto che chi mi rappresenta lo sia. Applicare con giustizia la legge, cacciare e non eleggere gli inquisiti,trovare e far crescere ciò che ci tiene assieme è un modo di fare politica. Tutti i giorni.
    Quello che si è creato in questi anni di berlusconismo è una deriva della coscienza comune, tutto è accettabile, tutto è relativo. Per me, persona da sempre a sinistra, il male non è la destra, ma l’assenza di una politica che non sia favorire il privilegio, la mancanza di regole comuni, l’arroganza, l’ingiustizia che viene stabilità dall’appartenenza. Io spero che Pisapia vinca a Milano, De Magistris a Napoli, spero facciano bene e che se non governeranno in modo diverso dai predecessori i cittadini li mandino a casa. Spero che le persone usino il diritto di cambiare e non il calcolo del cinismo.
    Complimenti Vera, non amo i grillini, ma quello che accade deve essere compreso e preferisco un voto di protesta con un nome piuttosto che una scheda bianca.

    • semplice1 ha detto:

      Roberto condivido la tua analisi al 100% !!!! E’ bello camminare sullo stesso terreno.
      E’ questa sintonia di percepire, di pensieri..la ripugnanza di certe strategie, il rifiuto di luoghi comuni, la ricerca dell’onestà, l’anelito di uguaglianza, l’affermazione della legalità, il riconoscimento del diritto, la forza dell’ impegno, il piacere della conquista..che ci fa sentire appartenenti alla stessa idea.
      Non sono grillina…a dire il vero, ultimamente faccio fatica ad identificarmi in un partito…scelgo il meno peggio!
      un abbraccio
      Vera

  8. MARGHIAN ha detto:

    Che bella canzone!!! Ed e’ “appropriata” anche sul nucleare- “il denaro ha scoperto la guerra mondiale…ha dato il suo putrido segno all’istinto bestiale….”un’isola intera ha trovato una bomba…” e invece le porta la morte..perche’ radioattiva”.

    Ti ho risposto, Vera. Ma..vorrei invitarti anche qui:

    marghemarg.wordpress. com/

    per “margherita”, a propisto…di cose…vere..per la vita. Ti ringrazìo, gia’ da adesso, per Marghe. Ciao vera.
    Marghian

  9. accantoalcamino ha detto:

    Ciao Vera, avrai capito che io di politica ne capisco poco e per questo cerco di parlarne poco (sapessi quante ne ho sentite e ne sento ancora per questo 😀 ), sarà che sono una “romanticona” e la politica non ha nulla di romantico.
    Io vedo tutto, sempre, dal lato umano e questo non mi permette di “estrapolare” la “dura realtà”.
    Ho letto attentamente il tuo post e come sempre hai “reso l’idea” con eleganza e senza offendere nessuno, mi è piaciuto.
    Ti auguro una splendida giornata.

    • semplice1 ha detto:

      Cara Libera, la politica invece va a braccetto con il romanticismo..è una delle poche cose che appassiona come non mai..dalla politica dipende la qualità della nostra vita. Politica non sono i partiti, essi sono l’espressione più degenerata. Non lasciamola a palazzo a farla gestire solo dagli addetti, delegando ogni nostra scelta, ogni nostro futuro..ma viviamola come una cosa viva e palpitante, da protagonisti, ascoltando la voce dei nostri cuori per fare leggi e regole. Se l’amore universale per i valori umani fosse lo spartito su cui fare musica..non credo ci sarebbe nulla di più romantico…se per romantico si intende..benessere, gioia, vita felice.
      Un abbraccio grande grande
      Vera

  10. zebachetti ha detto:

    il tuo edidiriale è impeccabile e lucido condivido pienamente in tutto aparte qualche sfumatara di giudizio.una cosa solo vorrei aggiungere e farti una domanda il p.d.l. ha vinto al sud perchè secondeo te? le ultime politiche berlusconi vinse le sue elezioni grazie ala marea di voti presi in sicilia questa cosa per me è inquietante mi fa capire e credere quanto sia radicata per non dire altro una certa politica in ambienti dove la povertà è più evidente marcata dove lo stato non è presente .almeno in un certo sud. è li che se deve operare èli che dobbiamo ricostruire l’ italia con corraggio emeno chiacchere lì dobbiamo fare gool per forza la partita si vince in queste terra di nessuno.ciao Vera con rinnovata stima ti saluto con questa frase un pò arcaica ma secondo me sempre fondamentale”el pueblo unido jamas sarà vencido” hasta la victoria siempre.buona giornata Vera.

    • semplice1 ha detto:

      Caro Nazzareno…è vero, il sud e in special modo la Sicilia sono il granaio dell’attuale governo come lo erano per la DC.
      Da siciliana ne sono addolorata…e lo sono per un semplice motivo: non è una libera scelta! Il sud è sottosviluppato..non ci sono industrie, non ci sono fabbriche, non vengono fatti investimenti per accorciare le distanze, anche chilometriche, tra nord e sud, le infrastrutture sono inesistenti..etc etc.
      I settori che potrebbero essere fonti di sviluppo come turismo, arte e agricoltura, sono tenuti al minimo vitale.
      C’è un sud in ogni stato..serve! Serve per ottenere contributi comunitari che….non arrivano mai a destinazione, ma si perdono nelle tasche dei “trasportatori”
      Terra povera di lavoro, occupazione…di contro fertile di malavita.
      C’è un nesso tra questo…un calcolo ben strutturato: più c’è disoccupazione, più le persone diventano ricattabili e facili prede di illusioni e seduzioni. Si è veramente liberi quando si è liberi dal bisogno.
      Sarebbe bello che gli italiani uniti avessero a cuore il benessere di tutto il territorio, indipendentemente dal fazzoletto di terra che abitano.
      Non posso che sublimare la frase con cui concludi il tuo commento: “el pueblo unido jamais sarà vencido”.
      Un abbraccio Nazz
      Vera

      • ili6 ha detto:

        ma non è così, cara Vera e caro Nazz, e lo sappiamo tutti. Non c’è nessun interesse tra gli italiani del nord che il sud d’Italia cresca, non c’è persino tra i meridionali che, emigrati, ora vivono bene al nord e magari scendono al sud per una manciata di giorni all’anno. Perchè il sud deve restare sud e i terroni, terroni. Quindi siamo responsabili tutti della confusione politica di queste ultime votazioni.

        Mi fermo qui a commentare altrimenti rischio di diventare più vulcanica del mio Etna.

        Ciao ad entrambi e un saluto affettuoso anche a Giullare (da sud a sud)

  11. lucianaele ha detto:

    Ciao Vera.
    Sei stata veramente chiara e precisa su alcuni dei problemi che ci affliggono in questo periodo.
    Complimenti.
    Ti auguro una buona giornata,
    Luciana

    • semplice1 ha detto:

      Luciana, accetto con piacere il tuo consenso..speriamo di riempire le pagine future non di “foto” che trasmettono tristezze e problemi..ma di proposte, di programmi, di cose positive.
      Anche a te una felice giornata
      Vera

  12. mistral ha detto:

    Mi sento stretta piacevolmente a destra e a manca
    tra vostri magnifici commenti, alla bella descrizione acuta e
    attenta della nostra Vera. Vorrei solo aggiungere che ho già visto
    “scene di questo genere, poi si torna come sempre “all’ antico”.

    Un abbraccio
    Mistral

    • semplice1 ha detto:

      Carissima…l’uomo dovrebbe raggiungere solo la condizione di umanità..solo allora saremmo salvi.
      Livello in cui non sono previste logiche meschine, egoismi, sopraffazione, idolatria del potere. Qualcuno ci crede..ma viene subito tacciato di utopia..
      possibile che la natura umana debba rispondere necessariamente alla logica dell’ homo homini lupus ?
      Un abbraccio grande
      Vera

  13. inoki68 ha detto:

    Ciao! Bell’editoriale, condivisibile al 99.9%. Nel mio comune non si è votato, ma personalmente sono felice della brutta botta a Silvio “Siffredi” che invece degli agognati 50.000 voti non è arrivato neppure a 28.000: è un segnale incoraggiante.
    Riguardo all’astensionismo, concedimi un’utopia: per un’unica votazione, registrare il 3% dei “votanti aventi diritto” varrebbe più di una rivoluzione. Ma è un’utopia, quindi in cabina elettorale si continuerà ad usare una mano per reggere la matita e l’altra per tapparsi il naso.

    • semplice1 ha detto:

      Non mi sopravvalutare..non è un’editoriale nemmeno nelle aspettative..sono solo miei pensieri.
      Si..le votazioni sono armi a doppio taglio..se sono, da un lato espressione di democrazia, dall’altro possono diventare schiavitù, se le scelte non sono fatte sempre con libertà, con coscienza, con consapevolezza.
      Sono d’accordo sulla modalità di votazione…dentro la cabina ogni volta mi perplimo per lungo tempo..tanto che i componenti del seggio spesso mi bussano, chiedendomi: tutto a posto signora, si sente bene?
      Ci vuole un coraggio…non è facile!
      Un caro saluto
      Vera

  14. pierperrone ha detto:

    Il vento ha girato, questo è sicuro.
    Lo dimostrano adesso i voti, finalmente, la voce degli elettori!
    Ai referendum di giugno siamo chiamati tutti:è il nostro momento, il momento della nostra azione!
    Conta solo superare l’asticella!
    Il famigerato 50% degli elettori!
    Dura muraglia da scalare!
    Ma ho un bel presentimento!
    Il cuore mi dice bene.
    … speriamo abbia ragione.
    Salutone.
    Piero
    (vi aspetto, se vi va, su:
    http://www.repubblicaindipendente.wordpress.com)

    • semplice1 ha detto:

      Caro Piero..anche a me il cuore canta e da segni di ottimismo…
      Ci sono in ballo fattori importanti di cui ne va il tenore della nostra vita e il futuro dei nostri figli. Certo si fa fatica a concepire che tocca sperare, incrociare le dita, impegnarsi pubblicizzando i referendum affinchè superino l’asticella..quando invece dovrebbero sgorgare spontaneamente, consapevolmente, responsabilmente, naturalmente dai nostri pensieri.
      Non ci resta che pensare positivo, per creare ponti di luce!
      un abbraccio
      Vera

      P.S. bellissimo e interessante il tuo blog…di sostanza!!

  15. popof1955 ha detto:

    Hai sentito questa intervista di Tremonti alla vigilia delle elezioni:

    mi chiedo, come mai il sud è sempre quel serbatoio di voti che consente a chi sta al potere da oltre mezzo secolo di perpetuarsi? Come mai risultati simili si registrano a sud e nel nord-est della penisola?
    Bel post, anzi bell’articolo. 🙂

    • semplice1 ha detto:

      Popof…per non ripetermi..vedi la risposta che ho messo a Nazzareno e a Giullare..
      Che vergogna, ieri sera al tg. ho scoperto altri inciuci e intrallazzi tra politici e malavita..
      Questo signore di nome Tremonti…visti i toni offensivi e razzisti che ha usato verso Merola a Bologna..quando scende al sud a fare comizi dovrebbe essere accolto a fischi e pir……..
      Ciaoooooooooooooooooooooo 😉

  16. scanazzatu ha detto:

    Cara Vera, non posso fare a meno di condividere la tua euforia ed il tuo ottimismo, ma penso che bisogna aspettare ancora 15 giorni per esultare e “festeggiare l’inizio del cambiamento” ci sono ancora parecchie “anime vaganti” in cerca di compratori. Spero tanto che , alla fine, vengano illuminati.
    D’avvero un bell’articolo, spero che sia un augurio per tutti noi e che tutto possa avverarsi. Ti lascio con un mio pensiero, che spero possa fare da amuleto.

    Quante parole, quali parole,
    troppe parole, dette, taciute, sottintese.

    Parole che volteggiano nell’aria,
    che cercano una meta,
    che sia il cuore oppur la mente,
    poco importa.

    Parole sussurrate che portano amore,
    urlate per manifestare odio,
    indifferenti, per chiudere un legame.

    Usate a volte come mortale arma,
    in una inutile battaglia,
    fatta di pregiudizi vani,
    che nulla hanno a che fare
    con l’essenza della vita.

    Parole, solo parole,
    fantasmi senza corpo,
    messi a difesa di un castello
    dove per paura,
    verrà rinchiusa l’anima,
    al riparo da timori ancestrali.

    Ciaoooooooooooooooooo

    • semplice1 ha detto:

      Antonino…non sono euforica ne felice x i risultati…registro uno spiraglio. U
      Uno spiraglio che possa permettere alla porta semichiusa, con una bella folata di vento, di spalancarsi e fare entrare il sole.
      E’ possibile..forse è possibile.
      In giro c’è un chiacchericcio di parole: fastidiose, inutili, offensive, calunniose, menzognere, minacciose, paurose…..sopraffiamole con belle parole..con parole che trasportano dignità, verità, libertà, diritti, legalità, pulizia, trasparenza, rispetto, possibilità, speranza.
      Un abbraccio …sii positivo, adotta il detto: aiutati che il Ciel t’aiuta!
      Vera

  17. semplicementelisa ha detto:

    Ciao carissima…
    nemmeno io sono cosi contenta di come siano andate le elezioni, anche se vedo segnali positivi di cambiamento, speravo in un risultato piu netto, visti gli ultimi accadimenti …
    ma cerco di accontentarmi … e di guardare avanti.. ai referendum che vogliono far passare sotto silenzio..ma accidenti a loro NO PASARAN!
    E riguardo al non voto credo sia la scelta piu vigliacca e menefreghista che si possa fare..altro che protesta .. ma mi facciano il piacere …

    Un bacione..e dolce giornata ..

    elisa

    • semplice1 ha detto:

      Elisa…sarà perchè siamo donne? E non ci esaltiamo delle mezze misure?
      Ma ci accontentiamo..certo, specie quando la scelta cade tra: o ti magni sta minestra o ti ietti da finestra.
      Allora a questa minestra insipida aggiungiamoci il sapore del fare, della speranza, dell’impegno.
      Per i referendum invece nutro più ottimismo, cavolo possibile che alle persone non interessi l’acqua libera e di diritto, non interessi la non istallazione delle centrali, non interessi che chi governa debba sottostare alla legge come tutti, senza privilegi?
      Una giornata di luce
      Vera

      P.S. bentornata, ci mancavi!

  18. Giulio Salvatori ha detto:

    Avevo una macchina vecchia, ho fatto diversi interventi per cercare di andare avanti ancora per qualche anno, ma ogni tanto si presentava un ennesimo problema.Ho deciso con tanti sacrifici di cambiarla …ora sono tranquillo.Figuriamoci se io non avverto segnali di positivi, ma non è quell’esplosione che mi aspettavo.L’opposizione è come la mia ex macchina, sono vecchi, sono apatici, sono….Sono stufo di sentire e vedere le stesse persone, ora anche Prodi si riaffaccia al balcone.Non sono un -grillino- ma se tanta gente non si tira ai rottami, dei cambiamenti ne vedremo pochi.Anche i miei compagni hanno succhiato questa nostra Italia, anche la mia sinistra mi ha deluso.Comunque una pulitina c’è stata , tocca a noi rastrellare bene il prato .Per quanto mi riguarda, ho già arrotato gli arnesi da tanto tempo.Grazie Vera

  19. semplice1 ha detto:

    Splendida metafora Giulio! Macchina vecchia = prestazioni ridotte, spese continue…così come la nostra opposizione.
    Sono d’accordo con te..se questo governo fa e disfà come gli pare da molto tempo..la colpa è pure dell’opposizione. Gli altri spesso, o quasi sempre, ci fanno ciò che permettiamo loro di farci.
    Una classe politica alla stregua di burocrati…impegnati a portare a casa “la pagnotta”, a mantenere la poltrona…privi di stimoli, di passione, di entusiasmo, di lieviti.
    Anch’io mi sono stancata delle solite facce..se fosse per me, darei, al massimo massimo, due legislature, ma proprio solo se avessero brillato…e poi a casa!!
    Questi entrano e…..se ne vanno solo se muoiono… e caspita sò pure longevi.
    Stringiamoci a coorte………
    un abbraccione
    Vera

  20. semplice1 ha detto:

    Ili o Etna come preferisci..è assolutamente vero ciò che dici..non per tutti certo! Lo è per chi sta ancorato a proteggere il proprio recinto e innalza siepi altissime per proteggersi persino dall’altrui sguardo..per coloro che credono che il mondo sia solo quello che i propri piedi calpestano..non lo è per chi fa il salto, il volo, percependosi abitante della terra tutta e amandola tutta..perchè solo amandola tutta si può star bene..come quando in un corpo l’assenza o la cura di focolai di malattie, determinano uno stato di salute totale.
    Un abbraccio e felice fine settimana
    Vera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...