Io e il tempo….le ciliegie e le castagne

Sere fa, per caso, ho visto la Simona Ventura in tv, non l’avevo riconosciuta, nulla di grave certo! Ma incredula cercavo di ritrovarne i tratti conosciuti; è reduce da trattamenti estetici che, non solo, le hanno regalato anni ma, ahimè, le hanno altresì cambiato i connotati. Non è il solo caso, la Carlucci, la Muti, la Setta e tantissime altre, all’improvviso appaiono sullo schermo irriconoscibili…tutte ad abbeverarsi alla fonte dell’eterna gioventù per apparire giovani eternamente. Messaggio sublimale che arriva a tanti, creando aspettative, bisogni, necessità, spesso infelicità. Questa frenesia che porta ad investire tutto sull’esteriorità, sull’apparire piuttosto che essere, su qualcosa di caduco che malgrado tutto sfiorirà.

Il mio non essere d’accordo, non nasce da invidia o falsi moralismi, ne mi impersono nella volpe che non arriva all’uva, io non vi ricorrerei per nessun motivo al mondo; conosco la sofferenza vera, e per nulla al mondo mi sottoporrei ad un intervento se non dettato dalla insostituibile scelta: vita o morte. Non mi spaventa “crescere”, che magari per me adesso assume la connotazione di invecchiare. Sono in pace con il tempo. Ne assaporo il fluire, l’avvicendarsi, la diversità, la peculiarità, l’unicità delle varie stagioni, così come trovo buone le ciliegie a giugno e le castagne a novembre.

La ragnatela di rughette sul nostro viso ci racconta, è lo scorrere del nostro tempo, della nostra vita, come vedere gli innumerevoli granelli di polvere bianca passare da un’ampolla all’altra della clessidra. Gli anni trasformano i pensieri…o forse ci insegnano a dare un diverso taglio di lettura o di valore alle cose. Crescendo s’impara ad entrare dentro le azioni, i fatti, senza soffermarsi a quello che salta subito all’occhio, a scavare in profondità, a leggere la faccia non visibile di ogni realtà, e scoprire che spesso è più vera e interessante della visibile. Crescendo si scopre quanto sia bello e stupefacente ascoltare quel mare profondo dentro noi, lì dove non arrivano risacche o onde anomale, ché, anche se dovessero arrivare, avremmo un diverso approccio, non ci lasceremmo travolgere ne sfrantumare tra gli scogli.

Qualche volta ritorno con la mente a quella ragazza che ero, mi rivedo con gonna a fiori e scialle intrecciato sulle spalle, con un fiore tra i capelli lunghissimi, mi rivedo respirare quel profumo di speranza, di possibilità, risento le note della chitarra suonate in spiaggia nelle notti d’estate, e non arrossisco al ricordo delle trasgressioni, ricordo le pagine di libri adottati come vangeli, mi rivedo a saltare come strega …ma non è mai rimpianto! Allo stesso modo, qualche volta cerco di immaginarmi tra vent’anni..e non inorridisco. Questi viaggi mi danno il senso della continuità…oggi sono, anche, ciò che ero ieri, e così ridando un morso a quel frutto chiamato gioventù, è come se facessi una carezza a quella ragazza che ero con le mani della donna d’oggi; domani sarò, anche, quello che sono adesso e con la fantasia faccio una carezza alla vecchina di domani con le mani della donna d’oggi. Ma il mio tempo è ora, adesso.

Ho vissuto con irruenza, avventura, spericolatezza, curiosità e senso di onnipotenza i miei vent’anni e sto vivendo con consapevolezza, serenità, maturità e libertà i miei cinquanta e più. Sono una cinquantenne felice alla ricerca di bellezza, cos’è bellezza per me ?… Non sicuramente perfezione estetica asettica, assenza di rughe, zigomi alti, pelle tesa…no!!.. Per me è quel guizzo che colgo specchiandomi quando un’intuizione mi sorprende, è quel lampo che attraversa i miei occhi se un’emozione li coglie, è quel sorriso che increspa il mio viso se un pensiero felice viene a trovarmi, è quella ruga d’espressione che si crea allorché cerco la soluzione ad un problema, è la creatività che pesco per trasformare in speciale ogni cosa, è la passione che metto in tutte le cose in cui credo,è la ricerca della semplicità, è la vivacità mentale che cerco di annaffiare ogni giorno, è il coraggio che mi fa stringere la mascella di fronte al dolore e alla paura, è quella predisposizione gioiosa verso gli altri, è l’entusiasmo con cui credo ai miei sogni, è quella fede che non fa morire mai la mia capacità di sognare, è il rosso sulle guance e la vividezza degli occhi quando mi arrabbio, è quella determinazione con cui lotto, è il non arrendermi a cercare la felicità, è il riconoscere i miei sbagli e mettere in conto di farne di nuovi…. Non è presunzione se dico che questo tipo di bellezza non sfiorisce con gli anni, anzi migliora. In questi canoni riconosco l’altrui bellezza. La nostra vera età è quella che chiudendo gli occhi ci fa immaginare come ci sentiamo..

Semplice

Annunci

9 commenti su “Io e il tempo….le ciliegie e le castagne

  1. piera ha detto:

    anch’io sono esterefatta dai cambiamenti delle varie attrici direi quasi tutte, nessuna riesce a resistere alla tentazione di sembrare più giovane, ma diventano piano piano tutte uguali con le stesse labbra a canotto, gli zigomi sporgenti, gli occhi sempre più gonfi e tirati.. forse per la vita che conducono si sentono obbligate ad avere un aspetto giovanile, d’altra parte vedi come i modelli televisivi spingono ragazzine ad omologarsi ai seni grossi, le labbra piene, i glutei perfetti.. solo l’apparire conta, e se hai visto il film “videocrazy” non puoi che essere d’accordo, ahimè! ti abbraccio

  2. semplice1 ha detto:

    Sono d’accordissimo cara Piera, non si tratta di libertà individuali per il piacere di se stessi, ma diventano pericolosi messaggi. Essere belle e giovani è l’unico requisito da possedere per fare carriera, per essere accettati, per star bene con se stessi…se poi la testa pensante non c’è, della cultura nemmeno l’ombra, pazienza!

  3. popof1955 ha detto:

    Che bella pagina che hai scritto.
    Non ci sono commenti da poter aggiunge senza fare una brutta figura.
    Ho riletto a voce slts ad Angela le tue righe, condivide le tue emozioni, le tue azioni, le tue scelte.
    Ed io ti ringrazio per essere quella che eri.

  4. Antonino ha detto:

    L’eterno problema dell’apparire, inteso come voglia di apparire in modo diverso, con lo scopo di affermarsi nella società, un modo di pensare consumistico.
    L’estetica spinta all’esasperazione, tutto fatto in ragione di una vita i cui valori vengono falsati, quasi come a voler fare di se stessi un’opera d’arte.
    Ma credo che questa falsa vita estetica o apparenza, sia destinata alla noia, il rinunciare ad una propria identità finisce col portare un senso di vuoto, al fallimento esistenziale, la morte dell’io.
    Si può desiderare di essere diverso ma non disprezzare ciò che si è perchè inutile e negativo, quindi sapersi accettare attraverso la saggezza del prorio essere.
    ” Il sonno della ragione produce mostri” (Francisco Goya).

    • luciabaciocchi ha detto:

      Semplice ha ragione Paolo, una bella pagina scritta da una donna vera!!
      Consapevole e cosciente degli anni che passano, che non vuole ingannare nessuno e tanto meno se stessa con inutili espedienti. Una donna, madre e moglie non più giovanissima per l’età anagrafica. ma tanto giovane nel cuore e con tanta gioia di vivere…

  5. semplicementelisa ha detto:

    “Non mi coprire le rughe, c’ho messo una vita a farmele”, cosi’ piu’ o meno diceva anna magnani al suo truccatore prima del ciak e quando l’ho letto mi ha fatto amare ancora di piu’ questa splendida donna …. ero anche io una ragazza con la gonnona a fiori. le tuniche indiane …. e mi piace ripensarmi com’ero allora.. ma mi amo anche adesso … con i miie chili in più, qualche ruga che si affaccia … e non temo di pensarmi nel futuro … diversa, certo, ma sempre uguale nelle cose che contano ….
    Sono d’accordo con te … la bellezza di una donna che si sa guardare, dentro e fuori, col tempo si accresce …assieme alla consapevolezza di sè e del mondo …
    Grazie per essere passata da me .. ho scoperto un luogo in cui mi ritrovo … mi piace molto qui … nulla succede per caso 😉
    un grande abbraccio e buona giornata ..

    elisa

  6. semplice1 ha detto:

    Grazie di essere venuta a trovarmi, sono d’accordo, nulla succede per caso, e anche se il caso fa si che le persone s’incontrino, scegliersi non è mai un caso.
    Mi fa piacere ti piaccia questo mio spazio, in confronto al tuo è piccolo piccolo.
    Il tuo è bellissimo, pieno di atmosfere che emozionano. Un abbraccio.

  7. francesca (franci) ha detto:

    Ciao Vera, è permesso? Posso entrare anch’io in questa bella stanza che hai aperto? Vedo tante belle persone, molto piu’ belle di quelle elencate all’inizio di questo tuo interessante scritto, e soprattutto persone che per rendersi cosi’ belle non hanno speso neanche un centesimo in denaro ma hanno investito in emozioni e sentimenti, sensibilità, altruismo e generosità. Penso alle “bellissime” dello schermo e non, che una certezza ce l’hanno, per non perdere ciò che tanto hanno rincorso e non spaventarsi di se stesse svegliandosi una mattina: dovranno ripetere l’operazione..e ripetere…e ripetere ..fino a non riconoscersi più.
    Complimenti e un abbraccio stritoloso!!

    • semplice1 ha detto:

      Ehiiiiiiiiiiii Franci, ciao benvenuta!!!!
      Grazie, effettivamente questo spazio, nato per caso, è diventato un bel posto per me, mi ci ritrovo con tante bellissime persone…ed è stupefacente scoprire quanta empatia, simpatia, affinità c’è al mondo;
      ho sempre creduto alla magia delle parole, come diceva Guy Maupassant:
      “La parola abbaglia e inganna perché è mimata dal viso, perché la si vede uscire dalle labbra, e le labbra piacciono e gli occhi seducono. Ma le parole nere sulla carta bianca sono l’anima messa a nudo.
      Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...